Hydrodrill

Palancolate

Si intende per "palancola" un elemento componente l’opera di contenimento (palancolato) che viene utilizzato soprattutto come struttura di sostegno e consente una libertà di lavoro ed un’ampia scelta di soluzioni costruttive per la realizzazione di varie categorie di opere, quali:
- armature di contenimento dei terreni, massicciate e scarpate;
- pareti di sostegno e contrafforti;
- scavi in terra e in acqua, demolizioni;
- banchine portuali, pennelli d'argine e foci, ecc...

In funzione della tipologia di materiale si distinguono due tipi di palancolato:
- palancolato metallico in cui le palancole sono generalmente costituite da profilati metallici di varie dimensioni e profili palancole tipo Larssen);
- palancolato in calcestruzzo in cui le palancole sono costituite da elementi in calcestruzzo vibrocompresso di varie dimensioni e profili.

Vantaggi utilizzo palancolato

I maggiori vantaggi del palancolato rispetto ad altre strutture di sostegno sono:
- fornitura delle palancole già pronte all'impiego con specifiche di prestazioni prestabilite;
- facilità di trasporto e movimentazione in opera;
- rapido avanzamento dei lavori con riduzione della durata e dei costi dell'opera;
- elevata resistenza alla corrosione;
- possibilità di rimozione, recupero e riutilizzo o riciclaggio come materia prima;
- basso impatto ambientale e lungo ciclo di vita;
- nessun intervento di manutenzione.

Materiali ed elementi costruttivi

- palancolato metallico.
- palancolato in calcestruzzo.

Modalità esecutive

L'applicazione della palancola avviene coi seguenti metodi:
a. metodo a vibrazione-convenzionale, eseguito a vibro-infissione tramite una testa vibrante, con pesi eccentrici azionate in rotazione da un motore elettrico o idraulico, appesa ad un auto gru a fune o sul braccio di un escavatore idraulico, ammorza la palancola per via di una pinza idraulica (morsa). Il vibro mette la palancola in agitazione/in vibrazione, le vibrazioni sono trasmesse dalla testa vibrante alla palancola che le trasmette a sua volta sul terreno intorno alla palancola che scende nel terreno per peso proprio. Per l'estrazione, le vibrazioni vincono sull'attrito laterale del terreno e sulla resistenza ai gargami delle palancole. La forza dell'autogru compie lo sfilaggio-estrazione della palancola.
b. applicazione con getto d'acqua, un getto d'acqua ad alta pressione da ugelli posti all’estremità della palancola assiste nell'ammorbidimento del terreno circostante la palancola e nel lavaggio (lubrificazione dei gargami per ridurre l'attrito fra i gargami e l'attrito laterale del terreno) durante l'infissione. L'applicazione assistita con getto d'acqua viene utilizzata anche per l’infissione di palancole speciali in c.a. di diverse sezioni collegate tra di loro con maschio/femmina e consente una precisa costruzione del palancolato in quanto facilita il posizionamento necessario per un corretto allineamento verticale e orizzontale della palancola sul cantiere. L'immissione d'acqua nella giusta quantità e pressione comporta un miglioramento delle caratteristiche meccaniche del terreno nel lungo termine.

Dati tecnici

Profilo

b

h

d

t

f

kg/lfm

kg/m²

wy/cm³

PU 16

600

380

12,0

9,0

302

74,7

124,0

1600

Larssen 604

600

380

10,5

9,0

382

74,5

124,0

1620

LX 16

600

380

10,5

9,0

365

74,1

123,5

1641

VL 604

600

380

10,5

9,0

382

74,1

123,5

1620

PU 20

600

430

12,4

10,0

307

84,3

140,0

2000

Larssen 605

600

420

12,5

9,0

348

83,5

139,0

2020

Larssen 605 K

600

420

12,2

10,0

345

86,7

144,0

2030

LX 20

600

430

12,5

9,0

330

83,2

138,7

2023

LX 20 d

600

450

11,2

10,0

330

84,3

140,5

2009

20 Wd

525

400

11,3

10,0

333

80,7

153,7

2029

VL 605

600

410

12,8

9,0

367

82,4

137,3

2006

PU 25

600

452

14,2

10,0

339

93,6

156,0

2500

Larssen 606

600

435

15,6

9,2

344

94,4

157,0

2500

Larssen 606 K

600

435

15,6

10,0

342

97,5

162,0

2540

LX 25

600

460

13,5

10,0

351

95,0

158,3

2507

LX 25 d

600

450

15,0

11,0

326

100,0

166,7

2544

PU 32

600

452

19,5

11,0

342

114,1

190,0

3200

Larssen 607

600

435

21,5

9,8

348

114,4

191,0

3200

Larssen 607 K

600

435

21,5

10,0

347

115,2

192,0

3220

LX 32

600

460

19,0

11,0

340

114,4

190,7

3209

LX 32 d

600

450

21,5

13,0

320

126,5

210,8

3348

LX 38

600

460

22,5

14,5

337

140,4

234,0

3805



Profilo

b

h

d

t

f

kg/lfm

kg/m²

wy/cm³

PU 6

600

226

7,5

6,4

335

45,6

76,0

600

Larssen 601

600

310

7,5

6,4

249

46,3

77,0

745

6W

525

212

7,8

6,4

333

44,8

85,3

614

VL 601

600

310

7,5

6,4

253

46,3

77,2

742

PU 8

600

280

8,0

8,0

318

54,5

91,0

830

Larssen 602

600

310

8,2

8,0

251

53,4

89,0

830

LX 8

600

310

8,2

8,0

250

54,6

91,0

830

VL 602

600

310

8,2

8,0

250

54,3

90,5

845

PU 12

600

360

9,8

9,0

258

66,1

110,0

1200

Larssen 603

600

310

9,7

8,2

382

64,8

108,0

1200

Larssen 603 K

600

310

10,0

9,0

380

68,1

113,0

1240

LX 12

600

310

9,7

8,2

386

63,9

106,5

1208

LX 12 d

600

310

10,0

8,3

386

65,3

108,8

1240

LX 12 d/10

600

310

10,0

10,0

382

72,9

121,5

1282

VL 603

600

310

9,7

8,4

384

64,8

108,0

1180

VL 603 K

600

310

10,0

9,0

380

68,1

113,5

1220

VL 603 Z/10

600

310

10,0

10,0

378

71,8

119,7

1265

VL 503

500

340

9,7

8,4

266

58,7

117,3

1250

VL 503 K

500

340

10,0

9,0

266

61,4

122,8

1300

VL 503 Z/10

500

340

10,0

10,0

265

65,3

130,6

1315

Esempi di palancole:

LARSSEN603
LARSSEN603

LARSSEN24
LARSSEN24

Torna ad inizio pagina